Scrivoanchio 2017


Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Registrati

Autore Topic: ScrivoCard Leonardo  (Letto 136 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Leonardo_Monterubbiano

  • Utente Scrivoanchio
  • *
  • Post: 4
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Latina
  • Età: 17 anni
ScrivoCard Leonardo
« il: Aprile 25, 2017, 10:04:25 am »
Mi presento... ma come iniziare? Innanzitutto, un tratto saliente del mio modo d'essere: sono costantemente in ritardo, e non potevo certo farmi mancare l'opportunità di esserlo anche rispetto a "Scrivo anch'io". Ma, come si dice: meglio tardi che mai, no? E soprattutto in questo caso, data l'opportunità! Allora, dicevo: vengo da Latina - dove non sono nato ma vivo e abito tuttora - e frequento il terzo anno di liceo scientifico. Fin qui tutto nella norma, direte (anche dopo lo sarà, indubbiamente non sono qui per stupirvi ;D). Per il particolare indirizzo da me scelto (scienze applicate), vivo sommerso dalle discipline scientifiche; per contro, quelle umanistiche hanno minor peso, e se è vero, come si dice (si dirà davvero?), che di solito le mancanze generano necessità, è proprio dall'esigenza di gettare un occhio anche su "l'altra metà del cielo", che nasce la mia passione per la scrittura. Ho letto diverse presentazioni di altri scrittori del forum (e in questo caso mi affido alla vostra buona fede: ne ho lette davvero molte!): c'è chi nella scrittura vede un mezzo per sfuggire dalla vita di tutti i giorni e dalla sua poca originalità; onestamente, sento di appartenere a un'altra corrente, a quella di chi, nel mettere nero su bianco una parte di sé, vuole esaltare la funzione salvifica di tale atto. Che intendo per "funzione salvifica"? Ebbene, vedo personalmente la scrittura come attività di esplorazione e riordino (spesso - anzi, quasi sempre - non secondo una modalità scientifico-naturale) della realtà, specie del microcosmo della personalità individuale. E anche per questo che i miei scritti (che parolone!) e soprattutto quello che - a breve, probabilmente già domani - vi invierò, hanno il loro baricentro sull'uomo e l'universo psicologico di questo: le parole sono "l'organon", se vogliamo usare un' immagine classica, di questa mia attività conoscitiva. Lo faccio anche un po' per me, lo ammetto, data la personalità in un certo qual modo ipotattica (che sto qui a usare eufemismi: assolutamente pesante) che mi ritrovo ;) Tralasciando M. Kundera ("L'insostenibile leggerezza dell'essere", ndr) e conscio d'avervi annoiato abbastanza, vi saluto e ringrazio per l'opportunità offertami (ci) da "Scrivo anch'io" 2017. - Leonardo

Leonardo_Monterubbiano

  • Utente Scrivoanchio
  • *
  • Post: 4
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Latina
  • Età: 17 anni
Re:ScrivoCard Leonardo
« Risposta #1 il: Aprile 25, 2017, 10:05:55 am »
Ho provato a scrivere qualcosa con un po' d'ironia. Spero si colga e che piaccia ;D

Otto minuti sono pur sempre otto minuti checché ne dica l’onnipresente Pamela Tutor e comunque sempre troppi da riempire coi miei pensieri come se poi bah avessi mai quale vita interessante e anzi sono solo stretto nei tempi che poi potrei dire di no a molte cose e persone ma non ne sono capace e tant’è d’altra parte avrei almeno potuto dire di no ai miei per domani come se poi mi andasse di sentirli mentre mi rinfacciano d’esser stato scortese perché sarà anche vero che con gli zii non ci si vede oramai da secoli ma son comunque parenti e allora non voglio sentire più storie tu a questo pranzo ci vieni e basta! Sarà che a queste rimpatriate ci siamo terribilmente sconosciuti e anche se parliamo non è per davvero e se è difficile spiegare perché o per come rimane che è così comunque per lo meno non mi dispiace rivedere mio cugino che con tutta probabilità ci parlerà del suo ultima storia finita in malo modo e allora io mi chiedo se fosse vero amore o è solo lui a non essere maturato di una virgola dopo i quindici anni che poi sono proprio arrogante ha ragione chi me lo dice e ripete a pretendere di misurare indagare sottoporre a interrogatorio l’amore altrui dunque basta è deciso mi farò gli affari miei per questa volta e in futuro per quelle a venire in fondo non esistono forse tanti generi di amore quanti cuori? Ricordo qualcosa di simile sentito dire da qualcuno o forse l’ho letto chissà sta di fatto che gli otto minuti sono terminati e allora via di corsa a inseguire la vita che poeta ragazzi ahahah…

Registrati
 

Copyright © Scrivoanchio 2017