Scrivoanchio 2017


Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Registrati

Autore Topic: Mi presento, ti conosco...  (Letto 8937 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Pamela Tutor

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 51
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  • Località: Conversano
  • Età: 30 anni
Re:Mi presento, ti conosco...
« Risposta #15 il: Febbraio 06, 2017, 09:41:06 am »
Salve a tutti, mi chiamo Andrea e ho quasi 17 anni. Abito a Modugno, in provincia di Bari e frequento il terzo anno dell'istituto Guglielmo Marconi di Bari con l'indirizzo Meccanica e Meccatronica. Sono un appassionato di auto, motori e qualsiasi cosa sia mossa tramite la meccanica.
Sono un ragazzo solare e sono quello che è capace di sollevare il morale in una giornata no. Mi piace far nuove esperienze e mi piace molto mettermi in gioco dando il meglio per riuscire a raggiungere l'obbiettivo. Mi ritengo una persona matura e capisco quando sbaglio, cogliendo l'occasione per migliorare. Mi sono iscritto a Scrivoanch'io perché penso di avere una parte di me a cui piace scrivere per far emergere le mie opinioni creando dialoghi costruttivi per me e per gli altri. Spero di dare il meglio di me! Ciao ;)

Andrea, siamo felici tu abbia acceso i motori per vivere questa meravigliosa esperienza  8) Hai perfettamente centrato il punto: qui a Scrivoanchio.it non ci sono vinti e vincitori, ma solo occasioni per migliorare confrontandosi!! Per cui, saggio Andrea, Benvenuto!!  ;D

Ciao, mi chiamo Roberto ho 16 anni, vivo a Modugno(BA) e frequento il terzo anno dell'istituto Guglielmo Marconi indirizzo meccanica e meccatronica. Mi piacciono molto quasi tutti i generi musicali (dal classico, che mi tranquillizza, al rock, al pop). Suono chitarra da poco più di un anno e pianoforte. Non saprei dire se scrivere mi piaccia o meno però sono convinto che scrivere sia l'unico modo per esprimere qualcosa senza essere interrotto. Così mi sono iscritto qui per provare questa nuova esperienza che sicuramente mi gioverà.  8)

Roberto, siamo certi che qui ne avrai di spazio per esprimerti!!
Anzi, puoi provarci subito!!!

Nella sezione "Giovani scrittori in rete" è infatti appena stato lanciato il primo topic di scrittura! http://www.scrivoanchio.it/forum/index.php?topic=94.0
Daidaidai, correte a vedere e.. non vediamo l'ora di leggere le vostre creazioni!! :)

Kira

  • Utente Scrivoanchio
  • *
  • Post: 2
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Gioia del Colle
  • Età: 20 anni
Re:Mi presento, ti conosco...
« Risposta #16 il: Febbraio 08, 2017, 12:07:41 am »
Ho letto tutte le presentazioni altrui prima di farmi avanti. Salve ai presenti. 18. Quinto anno. Scientifico. Il mio nome non importa, lo detesto da principio, ergo vi invito a chiamarmi solo Kira per favore. Convivo con il buio e col silenzio nelle mie quattro mura di pensiero ormai da tempo. I miei interessi sono tanti, ma la mia dedizione verso l' Amore rende tutto il resto pulvis et umbra. Credo di esser nato per amare, eppure spesso vacillo tra passione e apatia. Ritengo di avere una personalità ferrea eppure davanti al sentimento vacillo. L'apatia per me è un' autodifesa. Tutti i miei mali derivano dall'amore, eppure, in questa vita mi concederò all' amore. A volte ho paura di essere innamorato dell'amore e non delle persone. Ho così tanto sentimento dentro che una sola persona non basterebbe per poter piantare i semi della mia anima, ma questa società non può capire, può soltanto offrirmi un'etichetta quale 'pazzo' , 'maniaco' , 'ossesso', o fate voi. Non sono adatto a questo mondo. Detto questo, ho una spiccata vita sociale, ho tanta gente intorno a me e frequento un sacco di luoghi affollati. Lo so, Immagino abbiate notato siano atteggiamenti che cadono in contraddizione con quanto ho inizialmente detto, eppure, credetemi, non fingo, ho solo più persone nella mia testa che lottano per assicurarsi un controllo temporaneo. "Mi contraddico facilmente, ma lo faccio così spesso, che questo, fa di me una persona coerente."
Per favore abbiate premura di giudicare i miei lavori e non la persona che sono. Sono qui per uno scambio costruttivo. Scrivo perché altrimenti farei di peggio. Per sedarmi. Scusate la sincerità.

P.S. Non sono depresso e amo i misteri che la mia vita mi offre, non fraintendete.

L

  • Utente Scrivoanchio
  • *
  • Post: 4
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Gioia del Colle
  • Età: 19 anni
Re:Mi presento, ti conosco...
« Risposta #17 il: Febbraio 08, 2017, 12:10:35 pm »
Salve.
Mi piacerebbe poter dire chi sono, ma è una bella domanda anche per me. Sono un bambino innamorato del mondo che si stupisce del nuovo e sono un vecchio senza più fiducia né speranza. Sono un amante del dettaglio, colui che osserva il vuoto e lo disprezza eppure inesorabilmente è inghiottito dall'abisso. Sono il parto malato e sbilenco di una società che non mi appartiene ma che, mio malgrado, ho dovuto imparare a conoscere e prevedere. Sono il marinaio ubriaco che danza sul ballatoio di un vecchio e logoro vascello che in ogni istante potrebbe sprofondare tra le acque scure.
Perché scrivo? Perché non posso farne a meno, perché ho bisogno di proiettare su rughe di carta i mostri che si celano nelle pieghe del pensiero, perché a volte riesco a sentire il profumo dolce delle parole, o forse perché voglio solo combattere per saldare la ferita narcisistica congenita dell'uomo con un sussurro disperato verso l'immortalità.
Sarò sincero, non mi aspetto molto da questo spazio online, sono qui perché è scritto nel regolamento. Spero però di nutrirmi degli stimoli che possono provenire dalla condivisione di esperienze.

Pamela Tutor

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 51
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  • Località: Conversano
  • Età: 30 anni
Re:Mi presento, ti conosco...
« Risposta #18 il: Febbraio 14, 2017, 04:05:55 pm »
Ho letto tutte le presentazioni altrui prima di farmi avanti. Salve ai presenti. 18. Quinto anno. Scientifico. Il mio nome non importa, lo detesto da principio, ergo vi invito a chiamarmi solo Kira per favore. Convivo con il buio e col silenzio nelle mie quattro mura di pensiero ormai da tempo. I miei interessi sono tanti, ma la mia dedizione verso l' Amore rende tutto il resto pulvis et umbra. Credo di esser nato per amare, eppure spesso vacillo tra passione e apatia. Ritengo di avere una personalità ferrea eppure davanti al sentimento vacillo. L'apatia per me è un' autodifesa. Tutti i miei mali derivano dall'amore, eppure, in questa vita mi concederò all' amore. A volte ho paura di essere innamorato dell'amore e non delle persone. Ho così tanto sentimento dentro che una sola persona non basterebbe per poter piantare i semi della mia anima, ma questa società non può capire, può soltanto offrirmi un'etichetta quale 'pazzo' , 'maniaco' , 'ossesso', o fate voi. Non sono adatto a questo mondo. Detto questo, ho una spiccata vita sociale, ho tanta gente intorno a me e frequento un sacco di luoghi affollati. Lo so, Immagino abbiate notato siano atteggiamenti che cadono in contraddizione con quanto ho inizialmente detto, eppure, credetemi, non fingo, ho solo più persone nella mia testa che lottano per assicurarsi un controllo temporaneo. "Mi contraddico facilmente, ma lo faccio così spesso, che questo, fa di me una persona coerente."
Per favore abbiate premura di giudicare i miei lavori e non la persona che sono. Sono qui per uno scambio costruttivo. Scrivo perché altrimenti farei di peggio. Per sedarmi. Scusate la sincerità.

P.S. Non sono depresso e amo i misteri che la mia vita mi offre, non fraintendete.

Caro Kira, benvenuto! Devo essere sincera, la citazione di uno dei miei cantanti preferiti ha fatto guizzare le mie antennine (che si celano al di sotto dei mille ricci, ovvio). Niente paura, la contraddizione fa parte dell'umanità, così come l'amore nelle sue mille sfaccettature - positive e negative - che ognuno vive come meglio sente.
A mio parere, comunque, è importante che ognuno agisca nel rispetto del proprio e dell'altrui essere ed, in riferimento a scrivoanchio.it, nel rispetto della comunità di giovani scrittori che si sta creando. Questo forum nasce e si sviluppa attorno al perno centrale della scrittura, attraverso lo scambio ed il confronto reciproco. L'obiettivo, dunque, non è quello di giudicare, quanto di dare spazio alla scrittura in tutto il suo potere creativo che, evidentemente, vi ha spinto fin qui! Non mi resta che augurarti un costruttivo percorso e.. speriamo di leggerti in lungo ed in largo per il forum con i tuoi lavori!  :)

Salve.
Mi piacerebbe poter dire chi sono, ma è una bella domanda anche per me. Sono un bambino innamorato del mondo che si stupisce del nuovo e sono un vecchio senza più fiducia né speranza. Sono un amante del dettaglio, colui che osserva il vuoto e lo disprezza eppure inesorabilmente è inghiottito dall'abisso. Sono il parto malato e sbilenco di una società che non mi appartiene ma che, mio malgrado, ho dovuto imparare a conoscere e prevedere. Sono il marinaio ubriaco che danza sul ballatoio di un vecchio e logoro vascello che in ogni istante potrebbe sprofondare tra le acque scure.
Perché scrivo? Perché non posso farne a meno, perché ho bisogno di proiettare su rughe di carta i mostri che si celano nelle pieghe del pensiero, perché a volte riesco a sentire il profumo dolce delle parole, o forse perché voglio solo combattere per saldare la ferita narcisistica congenita dell'uomo con un sussurro disperato verso l'immortalità.
Sarò sincero, non mi aspetto molto da questo spazio online, sono qui perché è scritto nel regolamento. Spero però di nutrirmi degli stimoli che possono provenire dalla condivisione di esperienze.


Benvenuto L! "Chi sono?" Credo che questa sia una di quelle domande a cui non si riesca a dare una risposta definitiva in tutta la vita e, chissà che la danza tra l'entusiasmo infantile e la sfiducia senile non ti permettano di trovare il tuo equilibrio ;)
Ci teniamo comunque a precisare che la politica di Scrivoanchio.it non prevede la partecipazione "obbligatoria" al forum. Il nostro obiettivo non è far partecipare i ragazzi perché "è scritto nel regolamento", bensì creare uno spazio di ritrovo per amanti della scrittura, una comunità di giovani la cui motivazione principale alla partecipazione sia il confronto, lo scambio, la condivisione. Uno spazio in cui non si può fare a meno di scrivere, in cui poter proiettare i mostri che si celano nelle pieghe del pensiero, in cui sentire il profumo dolce delle parole proprie ed altrui  :)
Ci auguriamo di leggerti prestissimo!

Magician Enchanted

  • Utente Scrivoanchio
  • *
  • Post: 2
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Gioia del Colle
  • Età: 20 anni
Mi presento
« Risposta #19 il: Febbraio 16, 2017, 06:23:50 pm »
Salve,
Giuseppe, 18 anni. E' tutto ciò che so con certezza di me.
Definire la mia personalità sarebbe come pretendere di vedere con la luce spenta. Riesco a dare un'irresoluta delucidazione solo di ciò che riesco a toccare, a sentire, a percepire.
Sono un equilibrista inesperto costantemente in bilico tra l'oblio e il nulla, tra l'abisso e l'apparenza, tra un mondo fatto di rischi e curiosità e uno fatto di illusioni; ancora non so di cosa sia fatta la corda su cui ogni giorno tento di reggermi, provo ad aggrapparmi: so solo che mi ci sto muovendo, verso cosa non lo so, chissà se sarò mai in grado di scoprirlo, ma lo sto facendo.
Vivo in un mondo a cui sento di non appartenere, e che allo stesso tempo tento di apprezzare: ha creato nella mia testa dei mostri che non fanno altro che combattere, morire e rinascere.
La scrittura è l'unico mezzo di cui mi servo per dare voce al mio Io, liberarlo dalle catene, liberare me stesso.
Ora che ci penso... c'è qualcos'altro che posso affermare con assoluta certezza: non sono quello che credo di essere, né quello che la gente pensa che io sia. Non sono altro che l'Incantatore Incantato della mia anima, e vi sono condannato ad esserlo per sempre.

Pamela Tutor

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 51
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  • Località: Conversano
  • Età: 30 anni
Re:Mi presento
« Risposta #20 il: Febbraio 17, 2017, 10:48:18 am »
Salve,
Giuseppe, 18 anni. E' tutto ciò che so con certezza di me.
Definire la mia personalità sarebbe come pretendere di vedere con la luce spenta. Riesco a dare un'irresoluta delucidazione solo di ciò che riesco a toccare, a sentire, a percepire.
Sono un equilibrista inesperto costantemente in bilico tra l'oblio e il nulla, tra l'abisso e l'apparenza, tra un mondo fatto di rischi e curiosità e uno fatto di illusioni; ancora non so di cosa sia fatta la corda su cui ogni giorno tento di reggermi, provo ad aggrapparmi: so solo che mi ci sto muovendo, verso cosa non lo so, chissà se sarò mai in grado di scoprirlo, ma lo sto facendo.
Vivo in un mondo a cui sento di non appartenere, e che allo stesso tempo tento di apprezzare: ha creato nella mia testa dei mostri che non fanno altro che combattere, morire e rinascere.
La scrittura è l'unico mezzo di cui mi servo per dare voce al mio Io, liberarlo dalle catene, liberare me stesso.
Ora che ci penso... c'è qualcos'altro che posso affermare con assoluta certezza: non sono quello che credo di essere, né quello che la gente pensa che io sia. Non sono altro che l'Incantatore Incantato della mia anima, e vi sono condannato ad esserlo per sempre.

Benvenuto Giuseppe! La socratica consapevolezza di non sapere ti fa onore! E mi auguro che la curiosità continui ad essere la spinta che muove i passi su questa corda ancora tutta da scoprire  :)
Sebbene le certezze della vita siano poche, ne io ho una per te: Scrivoanchio.it è certamente il forum giusto per esprimerti attraverso la scrittura e la creatività che certamente ti contraddistinguono ("certamente" volutamente voluti)

Hai già provato il primo topic dedicato a metafore e similitudini? Perché non provi a buttar giù qualcosa? http://www.scrivoanchio.it/forum/index.php?topic=94.0

Ti aspetto, eh! Anzi, vi aspetto tutti!  8)

Antonio tolentino

  • Utente Scrivoanchio
  • *
  • Post: 2
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Gioia del colle
  • Età: 20 anni
Re:Mi presento, ti conosco...
« Risposta #21 il: Febbraio 21, 2017, 08:07:24 pm »
Chi sono io ? Il figlio inconscio di un'eterna legge d'autoconservazione , il figlio inconscio di memorie dimenticate , di passati cancellati , il figlio inconscio del mio tempo . Incessante e continuo prodotto d'ogni sensazione e percezione , un " antonio " sarebbe illusione del vero , morte . Sento in me come una natura malleabile che s'adatta ad ogni sistema di vita , chissà chi sono e chissà se c'è qualcosa che sono .
Ciò che sono è divenire e figlio inconscio del mio inconscio . Miliardi di fattori che tessono la trama delle mie azioni . Eppure in me vi è un inesplicabile superfluo che si erge e si può opporre ad ogni legge , misteriosa fonte di libertà .
 In bilico tra l'apatia di un insensato ed ineluttabile susseguirsi d'un ingranaggio  e tra l' intima consapevolezza che siam qualcosa che va oltre la legge che ci ha creato . Padre di un futuro incerto , che io posso scegliere , imprevedibile come il moto del doppio pendolo . Sapere chi sono ? È impossibile , ma va bene così .
Mi basta essere convinto che in me c'è quell'uno fratto infinito che non può considerarsi zero . Non so se sia un'illusione o meno , ma me la tengo stretta . Un superfluo , che è più di quanto basti per star bene al mondo e ti lascia in un perenne stato di insoddisfazione e malinconia per qualcosa di ignoto .
Ma è esso stesso ad insegnarmi che c'è felicità in questa malinconia .
E in questo meraviglioso superfluo c'è la mia scrittura , una passione nata prima ancor che potessi esserne consapevole .
In seguito iniziai a scrivere per non vivere una vita vissuta a metà , per non far cadere nell'oblio il mio io di oggi , non se lo meritava , scrivevo per rispetto della vita , in memoria dell'essere .
Poi  scrivere è diventata la più intima relazione  con l'io che sono  adesso e futura conoscenza di  un io che fu .
Un profondo contatto conoscitivo nel quale metti a nudo la tua anima .
Poi è diventata una passione troppo forte e mi sono accorto che  scrivere è diventato tutto quello che avevo per valorizzare al massimo il mio sentimento e ricordarlo proprio come il primo giorno . Perchè ai sentimenti non basta infuocarci l'anima , vogliono uscire fuori , e siam quieti solo quando vediam fuori quello che abbiamo dentro . E i miei andavano su un foglio di carta .
E la potenza della scrittura si manifesta proprio alla fine , quando posso prendere un mio testo e rileggerlo e rileggerlo e rileggerlo , ed esserne compiaciuto e felice , come accade per poche altre cose al mondo .
È questa per me è sempre stata la scrittura . Poi ho scoperto la bellezza della condivisione con persone  che nutrono i miei  stessi piaceri .
Allora è diventa non solo intima relazione con me stesso , ma vera condivisione con l'altro , vero dialogo , vera conoscenza .  Passiamo metà del tempo con gli altri a parlare di inutilità , a nasconderci da ciò che siamo , è come se avessimo paura di parlare realmente  . Con la scrittura decidi di fare un vero dialogo e di conoscere davvero una persona . È anche per questo che mi sono iscritto a scrivoanchio .
Ma c'è un altro motivo , scrivoanchio mi dà la possibilità di coltivare questa passione , di dare un senso alla mia scrittura , che altrimenti rimarrebbe come un abbozzo lasciato per sempre mal composto .

 



 
« Ultima modifica: Febbraio 23, 2017, 10:41:35 am da Antonio tolentino »

Marinunzia Oggiano

  • Utente Scrivoanchio
  • *
  • Post: 3
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  • Località: Oria
  • Età: 18 anni
Re:Mi presento, ti conosco...
« Risposta #22 il: Febbraio 22, 2017, 08:44:13 pm »
Ciao mi chiamo Marinunzia, ho sedici anni, frequento il terzo anno del liceo classico Vincenzo Lilla a Francavilla Fontana (BR) ma vivo ad Oria (BR). Questa è la prima volta che partecipo a Scrivoanchio ed è quasi un sogno che si realizza: a me piace molto scrivere ma non avevo mai trovato una possibilità per utilizzare il mio talento, così quando la mia prof. di storia e filosofia me ne ha parlato non ho avuto dubbi sul voler partecipare, anche se tra impegni scolastici ed extra ho dovuto aspettare un po' per potermi presentare. La mia passione per la scrittura è nata quando avevo all'incirca otto anni e la passione per la lettura non è da meno: negli anni i miei gusti sono maturati ed ora i miei libri preferiti sono i grandi classici, come ad esempio Sogno di una notte di mezza estate di W. Shakespeare o Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen. Adoro il teatro, infatti faccio parte del gruppo teatrale della mia scuola. Mi piace molto anche viaggiare, visitare posti nuovi, non necessariamente i luoghi classici che le persone tendono a visitare, ma anche luoghi meno conosciuti che però sanno comunque donarti qualcosa. Quando iniziai a scrivere, capii che da lì iniziava qualcosa che mi avrebbe sempre accompagnata e infatti non mi sbagliavo: arrivai a scrivere due piccoli libri, uno seguito dell'altro. Una storia semplice e anche scritta un po' male, infatti ho sempre considerato quei due libri come una semplice promessa di qualcosa che prima o poi sarebbe accaduto, e credo che il momento sia finalmente arrivato.

Pamela Tutor

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 51
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  • Località: Conversano
  • Età: 30 anni
Re:Mi presento, ti conosco...
« Risposta #23 il: Febbraio 23, 2017, 05:05:11 pm »
Chi sono io ? Il figlio inconscio di un'eterna legge d'autoconservazione , il figlio inconscio di memorie dimenticate , di passati cancellati , il figlio inconscio del mio tempo . Incessante e continuo prodotto d'ogni sensazione e percezione , un " antonio " sarebbe illusione del vero , morte . Sento in me come una natura malleabile che s'adatta ad ogni sistema di vita , chissà chi sono e chissà se c'è qualcosa che sono .
Ciò che sono è divenire e figlio inconscio del mio inconscio . Miliardi di fattori che tessono la trama delle mie azioni . Eppure in me vi è un inesplicabile superfluo che si erge e si può opporre ad ogni legge , misteriosa fonte di libertà .
 In bilico tra l'apatia di un insensato ed ineluttabile susseguirsi d'un ingranaggio  e tra l' intima consapevolezza che siam qualcosa che va oltre la legge che ci ha creato . Padre di un futuro incerto , che io posso scegliere , imprevedibile come il moto del doppio pendolo . Sapere chi sono ? È impossibile , ma va bene così .
Mi basta essere convinto che in me c'è quell'uno fratto infinito che non può considerarsi zero . Non so se sia un'illusione o meno , ma me la tengo stretta . Un superfluo , che è più di quanto basti per star bene al mondo e ti lascia in un perenne stato di insoddisfazione e malinconia per qualcosa di ignoto .
Ma è esso stesso ad insegnarmi che c'è felicità in questa malinconia .
E in questo meraviglioso superfluo c'è la mia scrittura , una passione nata prima ancor che potessi esserne consapevole .
In seguito iniziai a scrivere per non vivere una vita vissuta a metà , per non far cadere nell'oblio il mio io di oggi , non se lo meritava , scrivevo per rispetto della vita , in memoria dell'essere .
Poi  scrivere è diventata la più intima relazione  con l'io che sono  adesso e futura conoscenza di  un io che fu .
Un profondo contatto conoscitivo nel quale metti a nudo la tua anima .
Poi è diventata una passione troppo forte e mi sono accorto che  scrivere è diventato tutto quello che avevo per valorizzare al massimo il mio sentimento e ricordarlo proprio come il primo giorno . Perchè ai sentimenti non basta infuocarci l'anima , vogliono uscire fuori , e siam quieti solo quando vediam fuori quello che abbiamo dentro . E i miei andavano su un foglio di carta .
E la potenza della scrittura si manifesta proprio alla fine , quando posso prendere un mio testo e rileggerlo e rileggerlo e rileggerlo , ed esserne compiaciuto e felice , come accade per poche altre cose al mondo .
È questa per me è sempre stata la scrittura . Poi ho scoperto la bellezza della condivisione con persone  che nutrono i miei  stessi piaceri .
Allora è diventa non solo intima relazione con me stesso , ma vera condivisione con l'altro , vero dialogo , vera conoscenza .  Passiamo metà del tempo con gli altri a parlare di inutilità , a nasconderci da ciò che siamo , è come se avessimo paura di parlare realmente  . Con la scrittura decidi di fare un vero dialogo e di conoscere davvero una persona . È anche per questo che mi sono iscritto a scrivoanchio .
Ma c'è un altro motivo , scrivoanchio mi dà la possibilità di coltivare questa passione , di dare un senso alla mia scrittura , che altrimenti rimarrebbe come un abbozzo lasciato per sempre mal composto .

Benvenuto Antonio! Meraviglioso leggere che in questo "superfluo" - che superfluo non è, per il semplice fatto che esiste ed è per te importante e "fonte di libertà" - rientrino la scrittura, le emozioni che da essa derivano e, soprattutto, la condivisione di questa intramontabile passione!  :)
Con questi presupposti, sei davvero nel posto giusto! Curiosissima di leggerti presto!!

Ciao mi chiamo Marinunzia, ho sedici anni, frequento il terzo anno del liceo classico Vincenzo Lilla a Francavilla Fontana (BR) ma vivo ad Oria (BR). Questa è la prima volta che partecipo a Scrivoanchio ed è quasi un sogno che si realizza: a me piace molto scrivere ma non avevo mai trovato una possibilità per utilizzare il mio talento, così quando la mia prof. di storia e filosofia me ne ha parlato non ho avuto dubbi sul voler partecipare, anche se tra impegni scolastici ed extra ho dovuto aspettare un po' per potermi presentare. La mia passione per la scrittura è nata quando avevo all'incirca otto anni e la passione per la lettura non è da meno: negli anni i miei gusti sono maturati ed ora i miei libri preferiti sono i grandi classici, come ad esempio Sogno di una notte di mezza estate di W. Shakespeare o Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen. Adoro il teatro, infatti faccio parte del gruppo teatrale della mia scuola. Mi piace molto anche viaggiare, visitare posti nuovi, non necessariamente i luoghi classici che le persone tendono a visitare, ma anche luoghi meno conosciuti che però sanno comunque donarti qualcosa. Quando iniziai a scrivere, capii che da lì iniziava qualcosa che mi avrebbe sempre accompagnata e infatti non mi sbagliavo: arrivai a scrivere due piccoli libri, uno seguito dell'altro. Una storia semplice e anche scritta un po' male, infatti ho sempre considerato quei due libri come una semplice promessa di qualcosa che prima o poi sarebbe accaduto, e credo che il momento sia finalmente arrivato.


Marinunzia, woow! Quante belle passioni! Credo che una standing ovation alla tua Prof per averti parlato di Scrivoanchio.it sia d'obbligo!  8) Ed, ovviamente, un caloroso benvenuto a te, che hai deciso di proseguire il tuo cammino con noi e, soprattutto, di cogliere l'attimo che i tuoi lavori attendono da tempo  :)
E allora, che dirti.. tuffati in Scrivoanchio.it e lasciati trasportare dalla brezza creativa che si respira sul forum! Aspetto di leggerti, eh!

Antonia

  • Visitatore
  • Età: 2018 anni
Re:Mi presento, ti conosco...
« Risposta #24 il: Aprile 06, 2017, 04:12:26 pm »
Ciao a tutti! Mi chiamo Antonia e frequento il liceo scientifico di Sarno, in provincia di Salerno. Ho 16 anni ed è la prima volta che partecipo ad un corso di scrittori soprattutto perché, pur amando la scrittura, non pensavo mai di riuscire a esprimere emozioni attraverso le parole a causa della mia timidezza. Ebbene si, sono molto timida in pubblico, mentre con le persone sincere sono la persona più vera del mondo. Amo disegnare perché mi dà la sensazione di riuscire ad intrappolare su un foglio la perfezione unità alla creatività; anche per questo sono molto critica, in senso buono spero, di me stessa, e non ho peli sulla lingua, anche se non riesco farmi sentire in nessun modo. Purtroppo questo atteggiamento mi ha causato non pochi problemi nel mondo scolastico ma sono convinta di non aver mai mollato non facendomi mai piegare del tutto. Ho deciso di essere sempre come voglio e ne ho fatto un ideale, rifiutando l'omologazione e promuovendo la diversità.
Sono molto indecisa su qualsiasi cosa, anche nella scrittura, ma stavolta spero di riuscire finalmente ad usarla per dare una parte di me a qualcuno, perché secondo me è proprio a questo che servono le parole, invece di essere pronunciate con leggerezza e senza capire che a volte fanno più male delle mani. Spero di essere riuscita a farvi capire almeno un poco di come sono e vi ringrazio di offrirmi un'occasione così emozionante. :)

Silvia Pugliese

  • Utente Scrivoanchio
  • *
  • Post: 4
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  • Località: Roma
  • Età: 19 anni
Re:Mi presento
« Risposta #25 il: Aprile 20, 2017, 09:13:43 am »
Salve a tutti, mi chiamo Silvia, ho scoperto questo forum grazie al mio professore di italiano.
La passione per la scrittura è cresciuta e sta crescendo con me, restando un faro sempre acceso  tra le onde della vita.
Sono nata con la penna nella testa, da piccola creavo recite teatrali e scrivevo delle scenette per i burattini, quando mio papà in macchina mi faceva ascoltare la musica classica, immaginavo tante ballerine leggiadre che danzavano per l'autostrada.
Successivamente iniziai a scrivere filastrocche e poesie, solo all'età di 11 anni mi avvicinai al genere del racconto vincendo un concorso scolastico.
Da quel momento mi sono dedicata alla stesura di diversi racconti, cercando di scrivere con gli occhi e con l'anima trattenendo emozioni e particolari che talvolta alla vita di una studentessa del classico possono sfuggire.
Il mio sogno è quello di pubblicare un romanzo in grado di salvare la vita di chi ha ancora il coraggio di leggere mettendosi in gioco.               

brunoital

  • Utente Scrivoanchio
  • *
  • Post: 1
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Località: Roma
  • Età: 50 anni
Re:Mi presento
« Risposta #26 il: Aprile 20, 2017, 06:23:51 pm »
Salve a tutti, mi chiamo Silvia, ho scoperto questo forum grazie al mio professore di italiano.
La passione per la scrittura è cresciuta e sta crescendo con me, restando un faro sempre acceso  tra le onde della vita.
Sono nata con la penna nella testa, da piccola creavo recite teatrali e scrivevo delle scenette per i burattini, quando mio papà in macchina mi faceva ascoltare la musica classica, immaginavo tante ballerine leggiadre che danzavano per l'autostrada.
Successivamente iniziai a scrivere filastrocche e poesie, solo all'età di 11 anni mi avvicinai al genere del racconto vincendo un concorso scolastico.
Da quel momento mi sono dedicata alla stesura di diversi racconti, cercando di scrivere con gli occhi e con l'anima trattenendo emozioni e particolari che talvolta alla vita di una studentessa del classico possono sfuggire.
Il mio sogno è quello di pubblicare un romanzo in grado di salvare la vita di chi ha ancora il coraggio di leggere mettendosi in gioco.             
Ciao Silvia e benvenuto :)

Valency30

  • Utente Scrivoanchio
  • *
  • Post: 1
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  • Località: Mottola (TA)
  • Età: 15 anni
Re:Mi presento, ti conosco...
« Risposta #27 il: Aprile 20, 2017, 07:05:21 pm »
Ciao, sono Valentina. Ho 14 anni. La scrittura è per me una passione che non si può descrivere a parole, ma si può esprimere solo con i temi, i racconti che io stessa compongo. Ognuno di questi miei componimenti rappresenta un frammento di me stessa e per questo sono molto importanti per me e per quelli che sono i sogni del mio futuro!! Semplicemente spero che questo sito mi porti a conoscere e a relazionare con altri giovani scrittori come me, perché è solo grazie al confronto che si ha la possibilità di attingere dalle doti altrui e donare parte delle proprie per poter sempre migliorare in ciò che si fa!! Credo fortemente in tutto ciò!!

Pamela Tutor

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 51
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  • Località: Conversano
  • Età: 30 anni
Re:Mi presento, ti conosco...
« Risposta #28 il: Aprile 21, 2017, 05:44:44 pm »
Ciao a tutti! Mi chiamo Antonia e frequento il liceo scientifico di Sarno, in provincia di Salerno. Ho 16 anni ed è la prima volta che partecipo ad un corso di scrittori soprattutto perché, pur amando la scrittura, non pensavo mai di riuscire a esprimere emozioni attraverso le parole a causa della mia timidezza. Ebbene si, sono molto timida in pubblico, mentre con le persone sincere sono la persona più vera del mondo. Amo disegnare perché mi dà la sensazione di riuscire ad intrappolare su un foglio la perfezione unità alla creatività; anche per questo sono molto critica, in senso buono spero, di me stessa, e non ho peli sulla lingua, anche se non riesco farmi sentire in nessun modo. Purtroppo questo atteggiamento mi ha causato non pochi problemi nel mondo scolastico ma sono convinta di non aver mai mollato non facendomi mai piegare del tutto. Ho deciso di essere sempre come voglio e ne ho fatto un ideale, rifiutando l'omologazione e promuovendo la diversità.
Sono molto indecisa su qualsiasi cosa, anche nella scrittura, ma stavolta spero di riuscire finalmente ad usarla per dare una parte di me a qualcuno, perché secondo me è proprio a questo che servono le parole, invece di essere pronunciate con leggerezza e senza capire che a volte fanno più male delle mani. Spero di essere riuscita a farvi capire almeno un poco di come sono e vi ringrazio di offrirmi un'occasione così emozionante. :)

Antonia, un super benvenuto a te, alla tua creatività ed alla valorizzazione della diversità! Ah l'indecisione, croce e delizia dei nostri giorni! Ti costringe a riflettere a lungo su ogni questione, MA ti permette di prendere una decisione più ponderata, no? ;) Nel caso di Scrivoanchio.it, però, non esitare! Partecipa al concorso e non titubare! In bocca al lupo!

Salve a tutti, mi chiamo Silvia, ho scoperto questo forum grazie al mio professore di italiano.
La passione per la scrittura è cresciuta e sta crescendo con me, restando un faro sempre acceso  tra le onde della vita.
Sono nata con la penna nella testa, da piccola creavo recite teatrali e scrivevo delle scenette per i burattini, quando mio papà in macchina mi faceva ascoltare la musica classica, immaginavo tante ballerine leggiadre che danzavano per l'autostrada.
Successivamente iniziai a scrivere filastrocche e poesie, solo all'età di 11 anni mi avvicinai al genere del racconto vincendo un concorso scolastico.
Da quel momento mi sono dedicata alla stesura di diversi racconti, cercando di scrivere con gli occhi e con l'anima trattenendo emozioni e particolari che talvolta alla vita di una studentessa del classico possono sfuggire.
Il mio sogno è quello di pubblicare un romanzo in grado di salvare la vita di chi ha ancora il coraggio di leggere mettendosi in gioco.               


Silvia, benvenuta tra noi e un sentito ringraziamento al Prof di italiano che sostiene ed incoraggia lo sviluppo delle tue doti! 
Da quanto leggo hai già un bel "curriculum" alla spalle e.. sarebbe bellissimo poter leggere le filastrocche della tua infanzia o riuscire ad immaginare delle ballerine volteggianti in autostrada :) visti i presupposti, non vedo l'ora di leggerti e, soprattutto, di intravedere il tuo guizzo creativo nel lavoro che invierai! Forza Silvia!!

Ciao, sono Valentina. Ho 14 anni. La scrittura è per me una passione che non si può descrivere a parole, ma si può esprimere solo con i temi, i racconti che io stessa compongo. Ognuno di questi miei componimenti rappresenta un frammento di me stessa e per questo sono molto importanti per me e per quelli che sono i sogni del mio futuro!! Semplicemente spero che questo sito mi porti a conoscere e a relazionare con altri giovani scrittori come me, perché è solo grazie al confronto che si ha la possibilità di attingere dalle doti altrui e donare parte delle proprie per poter sempre migliorare in ciò che si fa!! Credo fortemente in tutto ciò!!

Valentina, è proprio vero! Lo scambio ed il confronto sono alla base di ogni apprendimento duraturo! Ed è inutile dirti che sei nel posto giusto! Sentiti libera di partecipare ai topic già aperti qui http://www.scrivoanchio.it/forum/index.php?board=10.0 o di creare una tua Scrivocard in cui inserire qualcosa di tuo :) e.. mi auguro parteciperai al concorso, eh!  8)



Silvia Pugliese

  • Utente Scrivoanchio
  • *
  • Post: 4
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  • Località: Roma
  • Età: 19 anni
La gioia di scrivere
« Risposta #29 il: Aprile 23, 2017, 02:54:15 pm »
Appena inviato il mio racconto un senso di soddisfazione misto a speranza ha pervaso il mio animo.
Quando scrivo mi sento appagata, realizzata e compiuta, perché il mio dovere l'ho fatto...quel dovere che solo chi scrive ha verso se stesso.
L'impulso che avverto è indefinito, prende forma nella mia mente, ma sulla carta risulta nuovo e ancora più bello.
Questa per me è la gioia di scrivere; scoprirsi diversi da come si pensava, specchiarsi nel mondo e sentire l'esigenza di far vivere quel mondo dentro di te.
Io mi ritengo fortunata ad avere dentro di me un simile movimento...e voi?

Registrati
 

Copyright © Scrivoanchio 2017